31/10/08

Esodo 32:8

Si sono presto sviati dalla strada che io avevo loro ordinato di seguire; si son fatti un vitello di metallo fuso, l'hanno adorato, gli hanno offerto sacrifici e hanno detto: "O Israele, questo è il tuo dio che ti ha fatto uscire dal paese d'Egitto".


Thanks to Pharyngula

Cosa ne dovrebbe pensare un sesto dell'umanita'

Lo potete leggere quotidianamente e gratuitamente e in sei lingue sul Rénmín Rìbào, il quotidiano del Comitato Centrale per Partito Comunista Cinese. E' abbastanza interessante: permette di dare uno sguardo dall'interno al pianeta Cina (anche se lo sguardo e' limitato a cio' che il PCC vuol fare vedere), e di capire come il regime cinese vorrebbe essere visto. [LINK]

30/10/08

Cechia e Nuvole

Ho qualche problema con un cliente ceco, poco fa ero a fumare in terrazza e ho visto passare tre nuvole a forma di repubblica ceca, una impressionante da quanto era simile nella sagoma. Mi devo curare?

25/10/08

Elezioni USA: sorprese

Leggo su NoiseFromAmerika, in un interessante articolo sulle dinamiche che stanno portando al successo di Barack Obama, quanto segue: "Dati relativi al 2006, rilasciati in Agosto 2008 dall’IRS (l'Agenzia delle Entrate statunitense), risultano utili. I percettori dell’un per cento più alto pagano il 40 per cento delle tasse federali sui redditi. Il 20 per cento più alto paga l‘86 per cento ed il 50 per cento più alto paga il 97 per cento. L’altra metà paga il 3 per cento. Morale a sorpresa: negli USA le imposte sul reddito sono già altamente redistributive, enormemente di più di quanto lo siano, per esempio, in Italia". Francamente non lo sapevo. [LINK]

Riflessioni sciolte su El Alamein

Questa mattina, appena alzato, ho acceso contro ogni mia abitudine la televisione. Su RAI1 c'era la diretta della visita del Presidente Napolitano al sacrario di El Alamein. Aspettando che uscisse il caffe' sono rimasto li in trance a guardare: per educazione e storia familiare son cose che mi toccano. Poi mi sono chiesto, ma ha senso? Insomma i soldati italiani combattevano per un regime odioso, che in quel momento opprimeva l'Italia, e non solo, gia' da 20 anni, un regime violentemente antisemita, un regime che la guerra l'aveva iniziata, e che l'aveva fatto perdipiu' senza la minima cognizione di causa. Il tutto alleato della Germania nazista, che e' inutile commentare. El Alamein, oltretutto, e' una sconfitta. D'altra parte quegli italiani li - i fanti, i paracadutisti, i carristi, gli artiglieri, i genieri, i combattenti delle campagne nordafricane insomma - non hanno commesso crimini, hanno combattuto una guerra "pulita", l'hanno fatto con mezzi, addestramento e corpo ufficiali inadeguati, sono morti per fedelta' ad una parola data. Che poi fosse data ad un Re traditore e ad un regime criminale e tragicomico non importa molto al fine di valutare. E poi, quelli che sono sopravvissuti, sono gli stessi italiani che in massima parte si sono rifiutati, a costo di una lunga e bestiale prigionia, di collaborare con i nazisti, sono gli stessi che in parte hanno resistito in armi ai tedeschi, prima in divisa e poi sulle montagne nelle varie formazioni partigiane, gli stessi che - pacificamente - hanno abbattuto la monarchia che li aveva traditi ed hanno creato la nostra Repubblica, che hanno ricostruito come hanno potuto il nostro paese materialmente e moralmente e che, infine, l'hanno fatto ricco. Alcuni di questi uomini li ho conosciuti, alcuni molto bene, e sono per me un esempio costante di cosa significhi essere uomini, prima di tutto, e cittadini. Insomma, celebrare El Alamein ha un senso, ed e' quello di onorare quegli uomini che si sono sacrificati per una causa sbagliata, che sono anche morti, che quando sono sopravvissuti hanno capito cosa era successo e con sacrificio hanno cambiato l'Italia in qualcosa per il quale meriti sacrificarsi.

17/10/08

Orridi avvoltoi - Aggiornamenti

Vi ricordate questo post qui? Ho appena saputo che la cassetta delle offerte incriminata l'ha richiesta il padre e non il prete, non potevo non dirlo.

Compagnie aeree

L'offerta di Gordon Gekko per la BlueStar era migliore di quella di CAI per Alitalia.

15/10/08

Apartheid scolastico

Rosalucsemblog spiega bene come, con la scusa di facilitarne l'inserimento, si segregheranno in classi apposite gli alunni immigrati. [LINK]

14/10/08

Schiavitu'

La mia amica Ipazia diceva tempo fa che la schiavitu' non e' finita in Italia, ed e' vero basta guardarsi intorno in qualche viale di periferia al crepuscolo. Ma anche a Dubai non scherzano e oltretutto ai frutti di quella schiavitu' si scrivono peana... vabbe', si scrivono marchette, ma ci siamo capiti spero, il concetto e' che forse la Royal Navy si dovrebbe rimettere in moto, o la Indian Navy forse, data la nazionalita' di molti degli schiavi.

13/10/08

Capolavori

Non posso resistere: se passano Goodfellas io lo devo vedere, questa e' arte:
Henry Hill: You're a pistol, you're really funny. You're really funny. 
Tommy DeVito: What do you mean I'm funny? 
Henry Hill: It's funny, you know. It's a good story, it's funny, you're a funny guy. 
[laughs] 
Tommy DeVito: what do you mean, you mean the way I talk? What? 
Henry Hill: It's just, you know. You're just funny, it's... funny, the way you tell the story and everything. 
Tommy DeVito: [it becomes quiet] Funny how? What's funny about it? 
Anthony Stabile: Tommy no, You got it all wrong. 
Tommy DeVito: Oh, oh, Anthony. He's a big boy, he knows what he said. What did ya say? Funny how? 
Henry Hill: Jus... 
Tommy DeVito: What? 
Henry Hill: Just... ya know... you're funny. 
Tommy DeVito: You mean, let me understand this cause, ya know maybe it's me, I'm a little fucked up maybe, but I'm funny how, I mean funny like I'm a clown, I amuse you? I make you laugh, I'm here to fuckin' amuse you? What do you mean funny, funny how? How am I funny? 
Henry Hill: Just... you know, how you tell the story, what? 
Tommy DeVito: No, no, I don't know, you said it. How do I know? You said I'm funny. How the fuck am I funny, what the fuck is so funny about me? Tell me, tell me what's funny! 
Henry Hill: [long pause] Get the fuck out of here, Tommy! 
Tommy DeVito: [everyone laughs] Ya motherfucker! I almost had him, I almost had him. Ya stuttering prick ya. Frankie, was he shaking? I wonder about you sometimes, Henry. You may fold under questioning.

Noise From Amerika

Seguite l'attuale crisi sul blog degli economisti italiani negli USA [LINK]

Coincidenze

Stasera mi sono visto di seguito "You Don't Mess With The Zohan" e "Munich".

11/10/08

Orridi avvoltoi

Ieri Elisa, la bimba di un giovane tecnico dell'azienda dove lavoro, e' morta durante il parto. Il cordone ombelicale si e' attorcigliato al collo negli ultimi momenti e la povera bambina e' morta soffocata nascendo. Una tragedia che mi ha colpito molto cosi' come tutti i colleghi. Ma non voglio parlare di questo - e' un fatto tragico, ma tragico in modo "ordinario" - voglio parlare del fatto che torno ora dal funerale, un funerale in chiesa che la famiglia e' credente, . In questa chiesa affollata c'era proprio all'entrata, in mezzo alla navata, piu' in vista del crocefisso, una bella cassetta delle offerte con su un foglio con scritto "Per il movimento per la vita". Io non commento, che lo schifo di piazzare li ed in quel momento quella cassetta e' autoevidente, ma mi chiedo come faccia una persona, che anche i preti in fondo lo sono, a fare una cosa del genere, ad approfittarsi di una tragedia simile. E pensare che della cassetta non mi sono accorto subito, li per li nella commozione e nella folla - parenti ed amici a parte c'era tutta l'azienda - non me n'ero accorto, e anzi mi dicevo - pur agnostico militante - che la chiesa una funzione in fondo la svolge, che in quel momento triste mi sentivo parte di una comunita' raccolta attorno ad un suo membro bisognoso come raramente succede. Che stupido, che imbecille a farmi ingannare anche per un momento, che vengano spazzati via questi cinici sciamani, che le chiese - che sono nostre, frutto del sudore e del genio dei nostri avi - restino come esempio della geniale imperfezione della nostra razza bisognosa di miti.

Comunicazione di servizio

Questo blog e' sempre stato aggioranto in modo estemporaneo, e con post di lunghezza variabile ma tendente al telegrafico, ultimemente entrambe le tendenze si sono aggravate come avrete notato. Cio' dipende da due fattori: un surge di lavoro e relativi viaggi ed una moderata nuova dipendenza internettiana, Facebook, che sta mangiando tempo alle dipendenze pregresse. Tanto per spiegare.

Lingerie Football

Nei sempre sorprendenti USA nasce un nuovo sport: il football americano in lingerie. Nonostante ricordi in modo preoccupante Idiocracy devo dire che approvo. [LINK]

05/10/08

Guerra termonucleare globale: lo script

In caso di guerra nucleare nei favolosi 70ies il governo di Sua Maesta' Britannica contava mandare in onda l'annucio linkato. Creepy, isn't it?. [LINK]