14/05/08

Leggi razziali reprise

In Italia si sta pensando seriamente e bipartisanamente di reintrodurre le leggi razziali, sort of. E' l'estrema conseguenza di cio' che dicevo qui, sinceramente pensavo che non ci si arrivasse. Di questo passo si reintrodurra' a breve la pena di morte, poi le esecuzioni pubbliche, poi.. .boh. Che si puo' fare? [LINK]

13 commenti:

Anonimo ha detto...

A me sembra che tu corra troppo in avanti e che abbia paranoie catastrofistiche.
Ovviamente posso sbagliarmi, ma fino a quando non leggero' di una dichiarazione dell'ONU sulla repressione delle liberta' democratiche in Italia prendero' quello che scrivete voi della blogosfera sinistro/allarmistica senza rappresentanza parlamentare...con le pinze, cioe' con molto scetticismo e con una punta di derisione.
Ogni tanto, spesso, ho la sensazione che tra questa nuova corrente filosofica che chiamerei "blogosferismo" e il pragmatismo politico ci siano anni luce di incolmabile distanza.
Urgono riflessione, forte senso di autocritica e profonda cosapevolezza dei propri limiti.

Palmiro Pangloss ha detto...

Hai ragione, l'ONU d'altra parte e' sempre stata una organizzazione particolarmente efficace nel prevenire e denunciare razzismo e violazioni dei diritti umani. Per non parlare della prevenzione!

BTW, "sinistro/allarmistico" ci sara' tua sorella.

Anonimo ha detto...

Hai ragione: L'ONU purtroppo e' formata per il 95% da stati che praticano il razzismo in modo istituzionale e violano i diritti umani.
Ecco perche' non serve una minchia.
Ed ecco perche' bisognerebbe mandarla in pensione e lasciare che l'America abbia per un po' la mano ancora piu' libera nel perseguire i politici criminali che tengono 4/5 dell'umanita' in perenne schiavitu'.
L'accostamento da me fatto era davvero improprio. Chiedo scusa e grazie per la puntualizzazione.

Diciamo allora che fino a quando la Comunita' Europea non si allinea alla tua presa di posizione...prendero' quello che scrivete voi della blogosfera sinistro/allarmistica senza rappresentanza parlamentare...con le pinze, cioe' con molto scetticismo e con una punta di derisione.
Colgo l'occasione inoltre per ribadire che ho la sensazione che tra questa nuova corrente filosofica che chiamerei "blogosferismo" e il pragmatismo politico ci siano anni luce di incolmabile distanza.
E scusatemi se mi ripeto ma sono convinto che urgono riflessione, forte senso di autocritica e profonda cosapevolezza dei propri limiti.
BTW:
Non ho sorelle, pero' ho un fratello e gli passero' il tuo messaggio che lo definisce un individuo sinistro/allarmistico.
Cosi siete in due e potete fare amicizia.

Palmiro Pangloss ha detto...

La Comunita' Europea non esiste piu', esiste l'Unione Europea. L'UE si ha gia' espresso preoccupazione a riguardo.

Ora, cos ti fa pensare che io voti a sinistra e/o mi consideri di sinistra? E perdipiu' di quei partiti di sinistra che non sono piu' in parlamento? Ti sarei grato di una risposta, il percorso mentale che ti ha portato ad un simile errore m'appassiona.

Claudio ha detto...

@Palmiro: si parlava di migranti, no? E ti sei beccato appunto il troll migrante. Azzeccato.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Claudio: Certo che Eugenio e' una merda, se prtendi un troll poi te lo tieni, non e' che alla prima difficolta' lo abbandoni lungo l'autostrada

Anonimo ha detto...

@Palmiro:
Mi trovi daccordo sulla "merda".
Tranquilizzati: nessuna difficolta' per te: le difficolta' se le cercano i rifondaroli che votano Caruso turandosi il naso e facendo figuredimmerda.


Hai ragione: La Comunita' Europea non esiste piu': esiste l'Unione Europea. (Pero' mi sembra un dettaglio)

Dici che l'Unione Europea esprime preoccupazione, ma a me, finora, risulta che solo la Spagna stia reagendo con isterismi tipicamente socialisti, al punto di ricorrere, tanto per cambiare, alle solite offese al Primo Ministro di uno stato estero raccomandandogli il ricovero psichiatrico. (Questi socialistoidi del 21esimo secolo assomigliano tutti a quel cialtrone di Chavez)
Con te si schiera solo la Sinistra extraparlamentare imbecille (cioe’ che vaga disorientate senza bastone) la quale, tarantolata, si sta esibendo da qualche giorno in rappresentazioni teatrali cosi pateticamente melodrammatiche che, a confronto, Mario Merola potrebbe apparire come il Kapo di un campo di sterminio nazista.

I tuoi amici e colleghi Mastroviti/RestodelMondo sposano i deliranti commenti della Sinistra extraparlamentare e parlano, anche loro, di pogrom e di leggi razziali.
Restodelmondo, la Pasionaria, scrive di neo-avvento nazista rispolverando addirittura la letteratura poetica sul tema.

Da ragionevole elettore di destra, forse male influenzato dalle cattive compagnie di cui sopra, ti avventuri pericolosamente in un contesto che non puo' e non deve esserti familiare: quello del pietismo social/buonista: quello che porta, come dovresti sapere, all'incancrenimento dei problemi, invece di avviarli a soluzione.
Donde il mio riferimento al pragmatismo.
Se quello fosse il tuo contesto saresti un imbecille di sinistra come tanti altri.
Essendo invece tu “di destra” o "non di sinistra" (ammesso e non concesso che Uriel, il filosofo/esteta, permetta ai comuni mortali di usare categorie della politica cosi obsolete), appare, a mio parere, perlomeno bizzarro che tu veda nell'esigenza improcrastinabile di regolarizzare, regolamentare e razionalizzare fenomeni sociali di forte connotazione deviante, un attentato alla civilta' del diritto, caratterizzato (udite! udite!) nientepopodimeno da azioni discriminanti e persecutorie nei confronti dei deboli e dei diversi.
Queste sparate ricordano quelle del Mastroviti quando starnazzava che per ogni voto dato ai Tories si lascia che una donna venga ammazzata di botte ed abbiamo visto che, eletto sindaco il neo-nazista Boris Rudolph Hess Johnson, i violenti maschietti di Sua Maesta' si sono messi a menare mazzate da orbi in purissimo stile buttafuori/urielliano mandando all'ospedale o al cimitero legioni di fragili femminucce.
Se si esclude la rabbiosa ed insulsa reazione della Sinistra di piazza senza seggi parlamentari, anche l'elettorato della Sinistra di opposizione (all'ombra) vede di buonissimo occhio le decisioni della Destra di governo (al sole).
Ti diro' di piu': l'Europa che tu dici sta esprimendo preoccupazione, sta invece osservando con estremo interesse l'evolversi di un approccio nuovo e per certi versi rivoluzionario al fenomeno migratorio.
Le politiche di Francia, d'Inghilterra e di Germania sono in perfetta sintonia con quella italiana.
E lo e' anche la politica della Spagna, che i muri li alza davvero e spara a chi li scavalca, ma Zapatero, l’unico social/progressista alla Mastroviti rimasto in circolazione in Europa, preferisce farlo con la solita, stucchevole, ipocrita, "facciatostica" ambiguita' che e' tipica dei socialisti stronzo-demagogici.

Eccoti spiegato il mio percorso mentale ed eccoti spiegata la mia "perplessita'" nel leggere un post come quello oggetto del nostro scambio in un blog come il tuo.
Quel tipo di scemenze si legge da chi, giustamente, si colloca ai margini demenziali del dibattito politico, cioe' in posizioni di infima... Minoranza.
Oppure sono il parto senile di una mente citrulla come quella di Cossiga, con il quale, voglio sperare, non vorrai associarti.

Claudio ha detto...

@Palmiro: eh ma sai com'e' Eugenio, distratto...

Palmiro Pangloss ha detto...

@Claudio: distratto un cazzo, qui ci vuole un Commissario Speciale A Chi Lascia Pet Troll Nei Blog Degli Amici. E' un'emergenza!!!

Palmiro Pangloss ha detto...

@Coso: essendo di destra sono coerentemente pro-censura. Da ora in poi ogni tuo post sara' cestinato.

Claudio ha detto...

@Palmiro: blocca qualche strada, incendia un po' di troll in giro, e organizza le ronde.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Claudio: no, sono per le sanzioni economiche: aspetto di incontrare di nuovo Eugenio e gli scrocco una cena tale da ridurlo sul lastrico.

Anellidifumo ha detto...

Sono d'accordo con te.

La cosa triste è che il PD (che mi sono ben guardato dal votare) è totalmente subalterno alla cultura xenofoba.