31/07/07

L'armata se ne va

La British Army si ritira dalle Sei Contee abbandonando il ruolo di ordine pubblico in appoggio alle forze di polizia assunto, per poche settimane si diceva allora, nel 1969. 300.000 soldati britannici sono passati dall'Ulster in questi nani, senza contare i membri part-time dell'UDR lasciando sul campo piu' di 700 caduti. In Irlanda restera', rispettando le proporzioni soldati/km2 del resto del regno, una guarnigione di 5.000 uomini con compiti ordinari (non ci dimentichiamo che l'Ulster e' un terreno di reclutamento tradizionale per i brits). Dopo un inizio promettente risoltosi pero' subito nella follia del Bloody Sunday, dopo un bel po' di crimi e di vittime, facendo un bilancio le FFAA di sua maesta' possono scrivere il risultato in nero. [LINK]

In loro onore dei soldati di sua maesta' una canzone:
Go on home British soldiers, go on home.
Have you got no fuckin' homes of your own ?
For eight hundred years we've fought you without fear
And we will fight you for eight hundred more.

If you stay British soldiers, if you stay
You will never ever beat the IRA
The fourteen men in Derry are the last that you will bury
So take a tip and leave us while you may.

No, we're not British, we're not Saxon, we're not English
We're Irish! and proud we are to be.
So fuck your union jack we want our country back
We want to see old Ireland free once more.

Well we're fighting British soldiers for the cause
We'll never bow to soldiers because
Throughout our history we were born to be free
So get out British soldiers, leave us be.

2 commenti:

ipazia ha detto...

mi chiedo cosa sia rimasto di quei poveri nani :-)

Palmiro Pangloss ha detto...

Nani??