22/07/06

Serata di merda

Ieri sera sono uscito con il solito gruppo d'amici, con noi c'era anche una ragazza che lavora presso l'ufficio stampa della branca italiana di una nota ONG internazionale che si occupa principalmente dei diritti dei prigionieri politici e non. La conosco da un po' ma la vedo molto saltuariamente, lei sta con uno ma c'e' una evidente corrente di simpatia & attrazione tanto che la sua migliore amica ed il suo uomo - che poi e' uno dei miei migliori e piu' vecchi amici - tifano apertamente un qualcosa che non s'e' mai concretizato. Insomma rimaniamo soli per un tragitto in auto - il viatico del mio amico e' stato "Non parlare di politica ed e' fatta" - trascorso flirtando e un po' di piu'. arriviamo in un locale all'aperto dove ci aspettava la coppia di cui sopra e ci mettiamo a sedere. La discussione cade sui viaggi, lei e' stata recentemente in Palestina - "In teressante!" "Racconta!" "Ma non hai paura?" - e di li sull'attuale conflitto e sulla situazione mediorientale e israelo-palestiense in genere. E la cosa scade, non subito anzi all'inizio mi diverto alla descrizione della festa popolare di Hamas che sembra la festa dell'Unita' con i falafel al posto delle salsicce, ma poi scade. Insomma la donzella si lancia in mirabolanti racconti di arabi israeliani che non hanno diritti, di leggi che in un incidente stradale tra un israeliano ebreo ed uno arabo dann oautomaticamente ragione all'ebreo. Io li per li mi trattengo, insomma mi interessavano piu' la chioma rossa e lo scollo generoso, ma poi azzardo timidamente che mi pare strano, che pur tra tanti problemi identitari e di diritti non e' proprio cosi', che ci sono parlamentari arabi alla Knesset e giudici arabi, arabi nell'IDF... non faccio in tempo a continuare "Ma cosa dici? Ma lo sai che parlamentari arabi sono stati vittima di esecuzioni extragiudiziali??" a quel punto distolgo lo sguardo dal clevage e ribatto che e' falso, falsissimo, che l'IDF ha si ucciso un bel po' di gente nei territori, che le vittime erano a volte civili che passavano di li ma erano anche e sopratutto guerriglieri e terrioristi. E che erano stranieri, non certo cittadini Israeliani, mai e poi mai sarebbe possibile una cosa del genere, Israele non e' la Siria o il Cile di Pinochet. Li capisco che per stasera non si tromba, lei s'incazza davvero e si lancia in una requisitoria che rispetta tutti i canoni dell'antisionismo militante e ne cita tutti i miti. La coppia di amici intanto cerca di intervenire ma non ci riesce, gli argini sono rotti e la rossa non ascolta piu'. Chiedo qualche fonte, "Ci sono stata [10 giorni...] ed ho letto Chomsky", "Ah. E chi erano quei parlamentari della Knesset uccisi con un Hellfire?" "Non ricordo, ti mando i riferimenti in mail, ciao". Ancora non ho ricevuto nulla, sono andato a casa da solo, mi sa che non la rivedo e la mia stima nella nota ONG e' calata un bel po'... serata di merda.

5 commenti:

Eugenio Mastroviti ha detto...

Vabbe', scusa se te lo dico ma sei un disastro - oppure sono io ad essere facile alla prostituzione.
Anni fa, per un po' di, uh, che termine si usa su un blog potenzialmente per famiglie? Per un po' di gnocca mi sono sorbito senza discutere persino peana di ammirazione per Craxi & Intini, e tu mi cadi su Israele?

Palmiro Pangloss ha detto...

Di solito non sono cosi' disastroso, sopporto di tutto, lo giuro. E' che la stanchezza, il caldo, l'alcool... insomma ero vulnerabile. E ho retto per un bel po' eh! Ho solo allentato il controllo un attimo, e nemmeno tanto per la cosa in se stessa ma per la sicumera insopportabile.

P.S. Blog potenzialmente per famiglie ce sara' il tuo.

Anonimo ha detto...

attento tu, blogger, che il tuo anonimato non è più così al sicuro come probabilmente pensavi
dovrò farti un pò di domande, una volta o l'altra (o forse non a te direttamente)
questo era per il metodo
per quanto riguarda il merito, non posso che dare ragione ad eugenio - sentirti dire "sopporto di tutto, lo giuro" mi ha portato sull'orlo della colica renale
non eri vulnerabile, e che 5 secondi dopo il primo boccone forzato ti torna su anche tutta la cena del giorno prima, e l'eruzione di solito non passa inosservata

anna k.

ah, il tuo blog è potenzialmente per famiglie - disagiate, ma sempre famiglie

Palmiro Pangloss ha detto...

Anna K. (???) spara le domande, non ho segreti.

rosalux ha detto...

forse in effetti sei ancora in tempo, non è detto che un uomo stonato dalla gnocca sia più interessante di uno che discute: anzi.