23/10/06

Una bambolina a chi indovina

Update 28.10.06 19.20: Scusate il ritardo ma Blogger.com ha avuto qualche problemuccio. Nella foto e' raffigurata l'ambaciata russa, fu sovietica, a Cuba nel quartiere di Miramar all'Avana. Dal vivo e' MOLTO piu' brutta e grossa di cosi'.

Update 25.10.06 19.20: La soluzione verra' pubblicata domani.


Cos'e'?

9 commenti:

Eugenio Mastroviti ha detto...

Se non è una torre di controllo, c'è in giro un architetto con seri problemi di dissociazione

Candide ha detto...

E' evidentemente un omino del lego senza braccine.

ipazia ha detto...

è del tutto evidente che è una palestra.

maus ha detto...

bambolina in avorio?

Palmiro Pangloss ha detto...

Avorio? Che c'entra?

maus ha detto...

beh, è uno dei materiali con cui si possono fare le bambole.

btw, secondo me è una moschea del south carolina.

maus ha detto...

e la soluzione?

Anonimo ha detto...

voi mi scuserete l'intrusione, ma l'aggeggio in questione non mi sembra proprio così semplicisticamente definibile con "brutto" e "grosso".
si può discutere del suo legame con il contesto, dell'impatto su un'evoluzione cultural-architettonica che mai ha previsto al suo interno nessun tipo di richiamo né al futurismo, né all'art-nouveau e tanto meno all'espressionismo del cemento armato, ma grosso e brutto per favore no, non ha senso, secondo me.
anzi, vi dirò, ci sono dei rimandi, per quanto semplicistici, a manufatti che a loro modo hanno fatto scuola - in un viaggio nel cuore dell'europa, ed a maggior ragione direttamente in russia, l'imbattersi in una cosa del genere non credo scatenerebbe gli stessi commenti.
i quattro grandi aggetti finestrati non sono tanto lontani dalle opere industriali di mendelsonh, e più ancora di melnikov (il club rusakov a mosca), mentre la superiore parte terminale provoca (in me, s'intende) un immediato richiamo addirittura alle finezze strutturali di van der velde - per non parlare dell'assonanza generale al tema della tanto celebrata torre velasca, seppur semplificato ed industrializzato, e (perchè no?) alle pindariche immaginazioni del sant'elia
certo, il senso del tutto cambierebbe con la conoscenza della data di realizzazione, che se fosse stata tirata su nel 1988, per dire, rappresenterebbe un discreto anacronismo spazio-temporale (ora non ho tempo per andare a controllare), ma neanche brasilia, col resto del paese, c'entrava un granché
con rispetto - e profonda devozione per il tenutario del presente blog
lmc

Palmiro Pangloss ha detto...

Caro lmc (vivi a Laterina per caso? Sei un architetto sedicente ribelle? Hai una cagnetta di nome Laika?) quel coso fa paura, letteralemtne, a vedersi. Perdipiu' e' piantato in mezzo ad un verde quartiere residenziale - l'unico decente de lAvana - dove svetta sopra tutto. La simpatica ragazza cubana alla quale ho chiesto cos'era rispondendo ha alzato gli occhi al cielo..